Confabitare: la badante è di condominio


Spesso si associano all’estate solo pensieri positivi: viaggi, ferie, vacanze, spiagge e mare, ma ci si dimentica di chi si trova in condizioni tali, come la vecchiaia, da dover rimanere in città nelle proprie calde abitazioni. Quello degli anziani soli nei mesi estivi è un problema spesso sottovalutato dai più, ma non da Confabitare, l’associazione che raggruppa i proprietari di case in Italia, e che nel 2010 ha lanciato il progetto per le badanti di condominio.
La parola d’ordine è “condivisione”: l’idea è stata prima sperimentata a Bologna, città sempre pronta ad accogliere questo tipo di novità, e ora si è diffusa in molti altri centri. Dopo cinque anni di attività, nella sola Bologna sono 53 i condomini che oggi condividono una badante per i loro anziani che ne traggono parecchi benefici: dai costi ridotti, proprio perché frazionati in più parti, alla riscoperta di spazi comuni.
La semplicità dell’idea che è alla base del progetto è tale per cui replicarla è un gioco da ragazzi: si seleziona una sola badante che riesca a organizzare la propria giornata di lavoro suddividendola in tempi da spartire tra i condomini che ne richiedono l’intervento.
Le città in cui si è diffusa questa intelligente pratica, oltre alla già citata Bologna, sono Roma, Milano, Torino, Verona, Firenze e Messina.
Come ha dichiarato lo stesso presidente di Confabitare, Zanni, i condomini che beneficiano di questo tipo di iniziative hanno imparato non solo a scoprire i loro bisogni comuni, ma anche a ritrovarsi negli spazi condivisi per poter trascorrere delle giornate più piacevoli e meno solitarie.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading ... Loading ...

Pubblicato Giovedì, 6 Agosto 2015 da Admin

Archiviato in: Curiosità

« Le tasse si pagano lavorando per il Comune
Cgil denuncia spese troppo alte per la casa »

Commenti (0)

  • Newsletter

  • Comments RSS - Trackback - Scrivi Commento

    Non ci sono commenti

    Scrivi Commento







    cozaar alesse